114 Views

2 Luglio 2024
FILIERA CORTA: PRATO, “FELICE AGRICOLTURA” DA MONTEMURLO E’ AMBASCIATRICE DI CAMPAGNA AMICA

Qualità, filiera corta, trasparenza, sostenibilità e rispetto dei valori di Campagna Amica. E’ di Montemurlo, nel pratese, una delle dieci aziende agricole italiane insignite del riconoscimento di ambasciatrici della più grande rete di vendita diretta che solo nella nostra regione conta una cinquantina di mercati contadini sparsi tra piazze e borghi delle nostre città. Si tratta dell’azienda “Felice Agricoltura” nata nel 2011. L’azienda, biologica, produce olio extravergine di oliva, cereali, grani antichi, legumi, farine di varietà autoctone, miele e tantissimi prodotti trasformati come gallette, pane e birra alla canapa grazie alla collaborazione con birrifici e forni del territorio. E’ stato Felice Curcetti, vulcanico imprenditore con la passione per i polli di razza, a ricevere il riconoscimento in occasione del Villaggio di Coldiretti che si è tenuto a Venezia nella bellissima location dei Giardini Napoleonici e Riva Sette Martiri. Il riconoscimento è stato assegnato alle aziende aderenti agricole alla rete che, con il loro lavoro quotidiano, di distinguono come testimoni dei valori promossi da Campagna Amica.

Un’esperienza agricola che ha saputo meravigliosamente cogliere le opportunità che il progetto di Campagna Amica di Coldiretti ha messo a disposizione di centinaia di imprese agricole in tutta la regione favorendo l’incontro, senza intermediazioni, tra chi produce ed il consumatore, i cittadini. Un vantaggio che è stato lo stesso Felice ad esaltare durante l’evento: “I mercati di Campagna Amica sono stati la nostra fortuna. Ci permettono di vendere direttamente al consumatore tutto quello che produciamo e trasformiamo senza dover essere ostaggio di intermediari o di altri canali commerciali che alla fine lo fanno pagare di più al consumatore. E’ un canale che ci permette di vendere prodotti di qualità, sicuri, del nostro territorio ad un prezzo giusto. – racconta Felice – Questo riconoscimento ci rende orgogliosi e felici alla luce della nostra volontà di recuperare tanti terreni a rischio abbandono in un contesto dove l’agricoltura è un settore marginale. E’ una spinta a fare sempre meglio”.

Quando acquisti un prodotto alimentare leggi l’etichetta?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi