7 Ottobre 2020
Crisi covid-19. Sovvenzioni per AGRITURISMI e FATTORIE DIDATTICHE

Regione Toscana ha pubblicato il bando della sottomisura 21.1 "Eccezionale aiuto temporaneo per l’agriturismo e le fattorie didattiche particolarmente colpiti dalla crisi Covid-19", qui tutte le specifiche -> https://bit.ly/36DC8MK.

Le domande si potranno presentare entro le ore 13.00 del 6 novembre 2020.

Finalità del bando - DECRETO n. 15386 del 1-10-2020 - Il bando ha la finalità di preservare il tessuto economico e produttivo della filiera agrituristica toscana e delle fattorie didattiche fortemente penalizzate dalle conseguenze derivanti dalla manifestazione della pandemia covid-19, attraverso la corresponsione di una sovvenzione, sotto forma di contributo erogato sulla base di un importo forfettario, volta a sostenere la liquidità delle aziende agrituristiche e delle fattorie didattiche per mantenere la continuità di dette attività.

Scadenza e presentazione della domanda La domanda deve essere presentata esclusivamente mediante procedura informatizzata impiegando la modulistica disponibile nel Sistema Informativo Artea.

 

Beneficiari e condizioni di ammissibilità I beneficiari della sottomisura sono gli imprenditori agricoli ai sensi dell'art. 2135 del Codice Civile iscritti nel registro delle imprese, sezione speciale aziende agricole. Le aziende beneficiarie devono risultare attive nei comparti dell'agriturismo o delle fattorie didattiche alla data di presentazione della domanda di sostegno e devono aver avviato tali attività non più tardi del 31 gennaio 2020.

Dotazione finanziaria e intensità del sostegno L'importo complessivo dei fondi messo a disposizione con il presente bando è pari a 17 milioni 348 mila euro.

L'importo del contributo pubblico erogabile, una tantum, per ciascuna azienda agricola è modulato sulla base dei seguenti criteri:

  • A) Aziende agrituristiche che esercitano tutte le seguenti attività: pernottamento (in camere o unità abitative e/o agricampeggio/agrisosta camper), somministrazione pasti, degustazione e attività sociale e di servizio per le comunità locali e/o fattoria didattica = fino ad un massimo di 7000 euro;
  • B) Aziende agrituristiche che esercitano tutte le seguenti attività: pernottamento (in camere o unità abitative e/o agricampeggio/agrisosta camper), somministrazione pasti e degustazione = fino ad un massimo di 5000 euro;
  • C) Aziende agrituristiche che esercitano una o due tra le seguenti attività: pernottamento (in camere o unità abitative e/o agricampeggio/agrisosta camper), somministrazione pasti, degustazione = fino ad un massimo di 3000 euro;
  • D) Aziende agrituristiche che esercitano la sola attività sociale e di servizio per le comunità locali o aziende agricole/agrituristiche che esercitano la sola attività di fattoria didattica = fino ad un massimo di  2000 euro.

 

Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda consulta integralmente il bando – allegato A del decreto 15386 del primo ottobre 2020.

Nota bene: le domande sono ammesse a finanziamento subordinatamente alle risultanze dell'iter di negoziazione con la Commissione Europea delle modifiche alla versione 8.1 del Programma di sviluppo rurale 2014-2020 della Toscana e alla successiva loro approvazione con decisione della Commissione stessa.
Qualora i presupposti sopra indicati non si realizzino in tempo utile per rispettare i tempi stabiliti dall'articolo 39 ter del Reg. (UE) 1305/2020, introdotto con il Reg. (UE) 2020/872questo bando sarà revocato.

GLI UFFICI COLDIRETTI SONO A DISPOSIZIONE PER ULTERIORI INFORMAZIONI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi